Come ottenere un knowledge graph di Google – Google Knowledge Panel

Per decenni, il fulcro della ricerca era la corrispondenza delle parole chiave alle query. Poi, nel 2012, Google ha introdotto un modello intelligente che comprendeva “entità del mondo reale e le loro relazioni reciproche”. Ora Google poteva capire le ricerche di cose, persone e luoghi.

Tabella dei contenuti show

Non solo può aiutare a trovare la cosa giusta, una ricerca di Google può anche fornire il miglior riassunto, permettendo a chi cerca di andare più in profondità.

In questo articolo, imparerai:

  • Cos’è un Google Knowledge Panel?
  • Come acquisirne uno per la tua azienda
  • I modi per aumentare la tua possibilità di acquisire un Google Knowledge Panel

Cos’è un Google Knowledge Panel?

Il modello che Google ha introdotto anni fa è conosciuto come un grafico di conoscenza. È ciò che alimenta il Knowledge Panel, anche se molti marketer di contenuti usano i due termini in modo intercambiabile.

Il Knowledge Panel di Google appare sul lato destro dei risultati di ricerca quando si cercano persone, luoghi, luoghi, oggetti, marchi, eventi, storia, ecc. Google raccoglie questi dati da fonti pubbliche, tra cui Wikipedia e The CIA World Factbook, con milioni di oggetti e miliardi di fatti relazionali.

Il Knowledge Panel contiene un sacco di dettagli associati alla tua query ricercata. Per esempio, quando cerchi Google, otterrai:

  1. Nicchia aziendale, breve descrizione, storia, CEO, link al sito web dell’azienda e altri dettagli necessari.
  2. Link ai profili sociali.
  3. “La gente cerca anche”

Quando si cerca una celebrità, le informazioni disponibili sul pannello di conoscenza aumentano, per esempio, il pannello presenterà anche citazioni (della celebrità) e film (che coinvolgono la celebrità cercata).

Come acquisire un Google Knowledge Panel per la tua azienda?

Secondo Google, i pannelli di conoscenza sono generati automaticamente quando si cercano entità che sono nel Knowledge Graph. Il pannello viene aggiornato automaticamente “man mano che le informazioni cambiano sul web”.

Quello di cui stiamo parlando qui sono modi per rendere più facile e più probabile che quel pannello di conoscenza appaia. In primo luogo, controlla la SERP per vedere se ne esiste già uno per la tua organizzazione.

Se è così, clicca sul link “Own this business?” nel pannello in modo da poterlo rivendicare. Il processo di verifica è abbastanza semplice. Di solito, Google può associare l’entità del pannello di conoscenza con uno di questi account; YouTube, Google Search Console, Twitter, Facebook. In caso contrario, allora dovrai fornire ulteriori informazioni per verificare che sei un rappresentante autorizzato

Passo 1: Creare una pagina Wikipedia e Wikidata

Wikipedia e Wikidata sono le fonti primarie di informazioni per Google quando si crea un pannello di conoscenza. Quindi, devi costruire la tua presenza online su entrambe queste piattaforme.

Come creare una pagina Wikipedia per il tuo business?

Passo I: Creare un account Wikipedia

Creare un account Wikipedia è facile. Visita qualsiasi pagina di Wikipedia e clicca su “Crea un account” situato nell’angolo in alto a destra.

Ora, fornire i dettagli necessari come:

  • Nome utente
  • Password,
  • indirizzo e-mail

Una volta che hai riempito tutti i campi, clicca su ‘Create your account’ e hai finito!

Passo II: Modificare le pagine per diventare un utente auto-confermato

Dopo aver effettuato il login, devi diventare un utente di Wikipedia auto-confermato, e uno dei modi migliori è quello di modificare le pagine di Wikipedia. Quindi, devi passare il mese iniziale a modificare le vecchie pagine di Wikipedia.

Passo III: Creare la tua pagina

Una volta che sei diventato un utente confermato di Wikipedia, inizia a lavorare sulla creazione della tua pagina, ma tieni a mente queste cose:

  • Rendila grammaticalmente corretta
  • Migliorare la leggibilità
  • Scrivere contenuti ricchi di informazioni

Oltre a questo, le citazioni hanno bisogno della tua massima attenzione. Devi fornire le fonti per sostenere il tuo contenuto.

Le fonti che si qualificano includono:

  • Libri
  • Giornali
  • Riviste
  • Riviste

Fonti che non si qualificano:

  • Media sociali
  • Comunicati stampa
  • Blog professionali/personali

Fase IV: Invia la tua pagina

Quando hai finito di creare il contenuto, invialo al sito web. Wikipedia analizzerà la pagina e le citazioni per determinare se le informazioni sono credibili o meno. Dopo che Wikipedia la riterrà affidabile, verrà pubblicata sulla piattaforma.

Passo V: Aggiornalo regolarmente

Ecco un consiglio. Non smettere mai di aggiornare la tua pagina Wikipedia. Non c’è niente di più dannoso per il tuo marchio, Wikipedia e Google, di informazioni non aggiornate.

Come creare una pagina Wikidata per la tua azienda?

Per creare o modificare Wikidata, puoi fare riferimento alla guida passo dopo passo sulla modifica di wikidata.

Passo 2: Sii ATTIVO sulle piattaforme di social media

I profili dei social media sono elencati in un pannello di conoscenza. Inoltre, aiutano Google a saperne di più sul tuo marchio, i suoi servizi e come opera. Oltre a questo, la tua presenza online aiuta la visibilità e permette agli utenti di scoprire comodamente i tuoi profili sociali.

Passo 3: Implementare uno Schema Markup

L’implementazione di dati strutturati sul tuo sito web permette a Google di studiare i contenuti del tuo sito in modo efficiente. Aiuta anche i motori di ricerca a imparare come è strutturato il contenuto. L’implementazione di Schema markup può migliorare la visibilità online e anche il CTR.

Inoltre, fornisci quanti più dettagli possibili sul tuo sito web tramite i meta tag. Ottimizza i meta tag, compresi la meta descrizione e il titolo con la parola chiave primaria. Aggiungi anche dettagli sugli autori.

Passo 4: Creare elenchi nelle directory locali

I negozi locali sono elencati anche nel pannello delle conoscenze di Google. Quindi, per acquisirne uno per la tua attività locale, dovresti creare un profilo Google My Business.

Dovrai prima creare e verificare un account Google My Business. Se sei locale, ha senso farlo comunque, dato che questo permette alla tua azienda di essere elencata su Google Maps, permettendo agli utenti di lasciare recensioni. Questo è il SEO locale di base.

 

Come creare un profilo Google My Business?

Passo I: Accedere a Google My Business

Aprire Google My Business e accedere con l’account Google, che si desidera collegare con l’elenco locale della vostra azienda.

Passo II: Inserisci il nome del tuo marchio

La prima cosa che Google ti chiede è di inserire il nome del tuo marchio.

Passo III: Selezionare la categoria del tuo marchio

Seleziona la categoria più accurata associata alla tua attività. Questa è un’informazione cruciale che permette a Google di elencare la tua attività al pubblico giusto.

Clicca su ‘Avanti’ per fornire dettagli sui tuoi servizi.

Fonte: Google My Business

Passo IV: Specifica i dettagli del tuo marchio

Dopo aver inserito il nome del tuo marchio, clicca su ‘Avanti’ per specificare altre informazioni essenziali associate al tuo marchio. Questo include:

  • Posizione
  • Area di consegna

In base alla tua selezione, Google porterà avanti il processo. Selezionando ‘Sì’ si apre una finestra, dove devi fornire le aree di servizio al di fuori della sede della tua attività.

Selezionando ‘No’ si accede direttamente alla finestra in cui è necessario inserire i dettagli di contatto.

Scegli l’opzione più valida per il tuo business.

Passo V: Verifica la tua attività locale

L’ultimo passo è verificare il tuo annuncio locale.

Leggi anche – Google Local Guide e come possono aiutarti

Modi per aumentare le tue possibilità di acquisire un Google Knowledge Panel

1. Creare contenuti incentrati sull’utente

Creare contenuti incentrati sull’utente aumenta le tue possibilità di acquisire un Google Knowledge Panel per la tua azienda. Devi studiare l’intento dell’utente dietro una ricerca e ottimizzare il tuo contenuto di conseguenza. Gli utenti soddisfatti aumentano le tue possibilità di posizionamento nel pannello di conoscenza di Google.

2. Costruire recensioni degli utenti

Le recensioni degli utenti possono aiutare Google a capire meglio la tua attività. Il motore di ricerca analizza le recensioni per determinare se il marchio in questione riceve un pannello di conoscenza o meno.

3. Aumentare l’autorità del tuo sito

Una maggiore autorità del sito significa maggiori possibilità di acquisire un pannello di conoscenza. E uno dei modi migliori per aumentare l’autorità del sito è attraverso il link building. Avvicinati a un sito di alta autorità e cerca opportunità di guest posting. Una volta che sei stato selezionato come autore ospite, crea un articolo e collegalo al tuo sito.

Come funziona un Google di Knowledge Graph?

Il Knowledge Graph di Google è stato introdotto nel 2012 per fornire risultati più utili e pertinenti alle ricerche utilizzando tecniche di ricerca semantica. Google Knowledge Graph utilizza le relazioni tra parole e concetti per capire il contesto di una query e per assegnare un significato specifico agli intenti dell’utente.

Trovo molto utile presentare l’effetto dei dati connessi sulla SEO con una semplice query su TNW che potete chiedere al vostro Google Home o ai dispositivi alimentati da Google Assistant. Provate a chiedere a Google “Chi sono i fondatori di The Next Web?”. Come potete vedere nello screenshot qui sotto, Google intercetta la query e traduce la stringa di ricerca in istruzioni specifiche per fornirci una risposta immediata.

È interessante notare che Google è anche in grado di disambiguare correttamente “The Next Web” nell’entità che descrive “TNW”.

Questo è possibile perché “The Next Web” è un concetto (o un’entità) – nel Knowledge Graph di Google – che descrive un’organizzazione insieme ai suoi attributi principali (i fondatori Boris e Patrick).

Queste informazioni sono codificate, tra miliardi di altre entità, in una struttura di dati chiamata triple fatta di dichiarazioni soggetto-predicato-oggetto. Quello che io e i miei colleghi abbiamo fatto a TNW è di creare il nostro unico Machine Readable ID (kgmid=/m/0h7njwd) nel grande cervello di Google. Questo permette al parser della query di capire cosa sta chiedendo l’utente e di ottenere la risposta giusta.

Come possiamo aiutare Google a estrarre dai nostri siti per il Knowledge Panel?

Oggi (e per molti anni a venire), è di vitale importanza aiutare Google a capire i tuoi contenuti utilizzando:

  • Struttura HTML5 semantica (compreso l’uso corretto delle intestazioni)
  • Strutturare il tuo contenuto usando tabelle (non usarle per il design!), liste ordinate e non ordinate
  • Uso intelligente delle triple semantiche nel tuo testo
  • Implementare molti e molti dati strutturati (principalmente Schema.org)

È interessante vedere che Google sta ora impiegando centinaia di sviluppatori WordPress il cui ruolo è quello di contribuire alla comunità di WordPress. I loro obiettivi principali sono migliorare la velocità (spingendo AMP), ridurre il bloat dei plugin (TIDE), aggiungere strumenti per monitorare le prestazioni, incoraggiare i temi progressivi (PWA), migliorare Gutenberg (e incoraggiare l’adozione).

Nel contesto di aiutare Google a capire meglio i tuoi contenuti, se hai un sito WordPress, allora passare a Gutenberg è essenziale, aggiungere AMP è molto efficace e adottare un tema progressivo sviluppato da loro sarebbe una buona mossa nel 2021.

Aiutare Google a estrarre informazioni dal tuo sito per il Pannello delle conoscenze?

La rivendicazione di un KP viene fatta attraverso un processo di verifica e può richiedere da pochi giorni a qualche settimana. Google richiede un ID governativo valido e una prova di controllo per gli account dei social media relativi alla persona o all’azienda citata nel Knowledge Panel generato esistente.

Ma ci vorrà molto tempo e sforzo e purtroppo il successo non è garantito.

Perché il pannello delle conoscenze di Google a volte scompare e cosa devo fare?

Google ha apportato alcune modifiche ai risultati Rich e sono diventati rigorosi su quali siti accettano nei risultati del Knowledge Panel.

Hai Website Schema abilitato sul tuo sito web e funziona bene.

Se non hai fatto alcuna modifica di recente al tuo sito web, è probabile che Google ti abbia automaticamente rimosso dal Knowledge Panel.

Cose che puoi provare:

Ho fatto approvare gli aggiornamenti, ma alcuni dei miei amici/clienti non li hanno ancora pubblicati da marzo).

Vai su Google Ads e come il tuo Google Ads Rep per intervenire < questa può essere la tua migliore scommessa

Se non hai un account Google Ads, > apri un account Google Ads e chiedi un rep e chiedi loro di intervenire sul tuo annuncio

Google My Business è molto legato al team di Google Ads in quanto è un canale di vendita primario e alcune persone lanciano i loro annunci in base al profilo GMB.

Conclusione

Seguire queste pratiche può aiutare ad acquisire un pannello di conoscenze per il vostro business. Tuttavia, è necessario preparare strategie efficaci che vi aiutino a creare contenuti incentrati sull’utente e a costruire link di qualità anche per questo.

Naman Rastogi

Un marketer nel cuore che sa come sfruttare la tecnologia per raggiungere il suo pubblico di riferimento e la crescita di hacking la sua strada verso migliaia di clienti. La mia specializzazione principale è in ricerche di mercato e pianificazione, costruzione del marchio, marketing di crescita, marketing di ritenzione, Lead Nurturing, vendite digitali e partnership. Quando non si affanna a trovare nuovi modi per condividere la conoscenza intorno al marketing, può essere trovato a godersi una partita di ping pong, CSGO, FIFA o Taken

Your email address will not be published. Required fields are marked *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://it.cmsmarketer.com/wp-content/uploads/2021/04/global-strategy-min.jpg);background-size: initial;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: initial;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 360px;}